MYSTERIOUS INTENTIONS

> 21 marzo 2010 - h.21.00
----------------------------------------------------------

jam-session con la partecipazione di Esther Lamneck, musicista e direttore artistico della  "N.Y.U. New Music and dance ensemble" e "Program Director of Woodwind Studies" presso la New York University, Eugenio Sanna, docente di musica improvvisata presso la medesima università e Roberto Castello, autore/coreografo, danzatore

 

serata solo per gli amici di spam! prenotati

ESTHER LAMNECK 

è stata definita dal New York Times "una incredibile virtuosa". E ' una performer versatile della musica contemporanea, compresa la musica elettronica impiegata nella realizzione di arti-interattive, danza, movimento, improvvisazione.
Padrona assoluta del clarinetto e del tárogató ungherese, dai quali trae splendide sonorità, E. Lamneck ha collaborato e collabora con Cort Lippe, Claudio Lugo, Roberto Fabriciani, Marylin Nonken. Di grande rilievo è la sua partecipazione in veste di solista a numerose orchestre, far cui quelle dirette da Pierre Boulez. Frequenti sono le sue apparizioni in solo nei festival del mondo intero. Svolge inoltre il ruolo di Master Classes in varie università e conservatori degli Stati Uniti e d'Europa. Attualmente ricopre la carica di "Program Director of Woodwind Studies" del "clarinet studio",  presso la New York University.
Direttore artistico della  "N.Y.U. New Music and dance ensemble" ha lavorato e lavora accanto al  mitico coreografo e danzatore Douglas Dunn.
Il suo lavoro nell 'area della "interactive tecnology" , include ricerche con il programma "Eyesweb" che prende in considerazione il controllo gestuale di suoni dal vivo e video.

 

EUGENIO SANNA

musicista e musicoterapeuta, partecipa intensamente sino al suo scioglimento, dal 1976 fino al 1986, alla fondazione e alle attività del CRIM (Centro per la Ricerca sull' Improvvisazione Musicale) a PIsa, città dove attualente vive.
Ha collaborato con i maggiori esponenti della musica improvvisata ma anche con artisti provenienti da altre aree espressive: Peter Kowald, Derek Bailey, Roger Turner, Edoardo Ricci, John Zorn, Giovanni Canale, Filippo Monico, Tristan  Honsinger, Stefano Bartolini, Giuseppe Chiari, John Edwards, Edoardo Marraffa, Steve Noble, Tony Rusconi, Phil Minton, Esther Lamneck, Ute Volker ed altri.
Interessato alla fusione di diferrenti linguaggi artistici, partecipa e progetta performance anche con danzatori quali Cheryl Banks , Roberto Castello,  Massimo Pierini, Manrico Fiorentini, Atsushi Takenouchi e con la 'artista visiva Tuia Cherici crea e porta avanti il progetto del "Manucinema", un live-set legato al linguaggio video e al suo rapporto con la musica improvvisata.
A partire dal ' 94, vine invitato periodicamente a tenere delle lezioni sulla musica improvvisata dal dipartimento di musica contemporanea ed elettronica della New York University per gli studenti di quella università.

 

ROBERTO CASTELLO

danza nel “Teatro e danza La Fenice di Carolyn Carlson”. E' tra i fondatori di Sosta Palmizi con cui collabora fino al 1989. Dal 1983 inizia l'attività di coreografo. Tra il '91 e il '94 collabora con il Teatro Regio di Torino. Nell'estate del 1993 fonda ALDES e la compagnia con cui conduce sperimentazioni tra danza, arti visive e nuove tecnologie collaborando con artisti tra i quali Giacomo Verde, Paolo Atzori, Studio Azzurro. Premio UBU nel 1986 e nel 2003. Nel 2008 è tra i fondatori di SPAM! spazio per le arti performative contemporanee. Dal 2005 è docente di coreografia digitale presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.
Url: www.aldesweb.org - www.spamweb.it

NEL DISASTRO

> sabato 7 e domenica 8 novembre h21.30
parte VIII de il migliore dei mondi possibili
compagnia ALDES
---------------------------------------------------------

 

 

progetto e coreografia ROBERTO CASTELLO
interpreti CATERINA BASSO, ROBERTO CASTELLO, CLAUDIA CATARZI, ALESSANDRA MORETTI, MARIANO NIEDDU/MARIO GHEZZI, STEFANO QUESTORIO, BARBARA TOMA
materiali scenici e costumi GIULIA RONCUCCI
produzione ALDES, SPAM!
con il sostegno di MIBAC - MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali / Dip. Spettacolo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo, Fondazione Monte Dei Paschi di Siena
  

“Nel Disastro” è l'ottavo capitolo de “Il migliore dei mondi possibili”, quello dedicato alle vite degli individui. Di qui il titolo.
E' uno spettacolo corale che attraverso la danza, la voce e la parola da vita ad una surreale e grottesca rappresentazione delle tragedia individuale e del disastro collettivo di un tempo e di un paese sconcertanti.
Con autoironia feroce “Nel disastro” deride la fallocentricità dei rapporti. Attraverso un meccanismo di amplificazione di dati autobiografici e intimità svelate, gli interpreti danno vita, non a personaggi, ma alle ansie, inquietudini, fragilità, debolezze, desideri, inadeguatezze, dolore e nevrosi di questo tempo.
Una riflessione sul senso del vivere contemporaneo, o forse più esattamente, sulla sua assenza, strutturata in una sequenza di assoli intervallati da brevi scene collettive.

ALDES

 

alcuni estratti da recensioni - debutto del 12 novembre 2009

 

 

Andrea Porcheddu – Delteatro.it – 26 novembre 2009
“Se si dovesse trovare un'immagine, un simbolo, un oggetto che possa rappresentare al meglio questi anni bui di celoduristi e menefreghisti, di arrivisti e truffatori, di razzisti e picchiatori, di cocainomani e trans, di arroganti e volgarotti, non ci sono dubbi: cosa meglio del "cazzo" può incarnare e rappresentare questa situazione?
Per Roberto Castello, che ha presentato al Teatro Era di Pontedera il nuovo capitolo di Il migliore dei mondi possibili, viviamo Nel disastro - questo il titolo del lavoro. È un disastro generalizzato e spiazzante, incontrovertibile e totalizzante: un disastro che proprio nel "cazzo" si rappresenta e si incarna, visto che attraversiamo un momento del "cazzo", e troppo spesso viviamo una vita del "cazzo".
Questo quanto racconta lo stesso Castello, con tagliente ironia ... (...)”

 

Tommaso Chimenti - Hystrio - genn/marzo 2010
(...) E’ una commedia pop disperata, esasperata, agitata dove si ride delle comuni mancanze, di quel baratro solcato, in quella perenne condizione di sconfitta e perdita d’identità e di autostima perché il modello da soddisfare e raggiungere è il supereroe. (...)"

ISOLE

> venerdì 27 e sabato 28 novembre '09 h21.30
prima tappa di "CURIOSI - parte V de il migliore dei mondi possibili"
----------------------------------------------------------

un progetto ALDES
a cura di LUCA VITONE

> evento per soli n.20 spettatori a sera: necessaria prenotazione via mail all'indirizzo moretti@aldesweb.org -  entrata 5 euro

performers CLAUDIO DI PAOLO, LUISELLA DEL MAR, ALESSANDRA MORETTI, MARIANO NIEDDU, ANNA SOLINAS, ANDREA VANNI, DARIA VINCENTI
produzione ALDES - SPAM!
con il sostegno di Mibac MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali / Dip. Spettacolo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

 

Una scultura animata per cinque isole e nove figure. Un'idea di percorso attraverso i luoghi e gli stereotipi del viaggio, della vacanza e del turismo. Un arcipelago in cui lo spettatore può muoversi a piacere seguendo la propria curiosità.

LUCA VITONE

 

La pratica artistica di Luca Vitone (1964), iniziata nella seconda metà degli anni ’80, si concentra sull’idea di luogo e ci invita a ri-conoscere qualcosa che già conosciamo, sfidando le convenzioni della memoria labile e sbiadita, che caratterizza il tempo presente. Il suo lavoro esplora il modo in cui i luoghi si identificano attraverso la produzione culturale: l’arte, la cartografia, la musica, il cibo, l’architettura, le associazioni politiche e le minoranze etniche. Vitone risolve lo scarto tra il senso di perdita di luogo che accompagna il postmoderno e i modi in cui il sentimento di appartenenza nasce dall’intersezione di memoria personale e collettiva, e ricostruisce e inventa percorsi dimenticati che si ricompongono in una sua personale geografia.

Ha esposto in numerosi musei e istituzioni pubbliche e private e preso parte a numerose collettive:
Accademia di Francia, Villa Medici, Rome, OK Centrum (solo show) (1999); PS1, New York (solo show); Palazzo delle Esposizioni, Rome (solo show); Museo Pecci Prato; PAC, Milan (2000); Casino Luxemburg, Luxemburg; Lenbachaus Kunstbau, München (2001); National Centre for Contemporary Arts, Moscow (2002); MAMCO, Genève; 2nd Bienal de Valencia, Valencia; 50th Venice Biennal, Venice; ARC Musée d’Arte Moderne de la Ville de Paris, Paris (2003); Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (solo show), Prato; OK Centrum, Linz; Villa Arson, Nice (2004). Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma (2005); PAC, Milano; Casino Luxemburg, Luxembourg (solo show) (2006); Sharjah Biennial; OK Centrum, Linz (solo show) (2007); Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo, (solo show); XIII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara (2008); Nomas Foundation, Roma, (solo show); Tirana Biennial (2009).

MARATONA CAHEN

>  weekend 24-25 ottobre '09
dalle h21.30 del 24/10 24 ore NON STOP con l'opera video di Robert Cahen dal '73 al 2007
----------------------------------------------------------

h21.30 del 24/10 > introduzione di Sandra Lischi in presenza dell’autore
h22.30 del 25/10 > festa di chiusura con Dj-set (Lo-Lo)

progetto a cura di GIACOMO VERDE in collaborazione con SANDRA LISCHI
con la collaborazione di Accademia di Belle Arti di Carrara, Lucca Film Festival e Fondazione Ragghianti, in occasione della mostra ROBERT CAHEN. Passaggi. Video-installazioni 1979-2008
> entrata libera

 

COMUNICATO STAMPA:

 

24 ore non stop, 24 opere video della produzione di Robert Cahen selezionate dal maestro stesso, a SPAM! lo spazio per le arti performative contemporanee in provincia di Lucca il 24 e il 25 ottobre prossimi, in concomitanza alle iniziative che la Fondazione Ragghianti e il Lucca Film Festival dedicano all’artista francese, pioniere della videoarte internazionale che ha aperto nuovi modi di rappresentare il viaggio e lo spazio.

Dopo la produzione filmica di Cahen in programma al LUCCA FILM FESTIVAL il 21 e il 23 ottobre e l’inaugurazione, nello stesso pomeriggio, della mostra alla FONDAZIONE RAGGHIANTI dedicata alle videoinstallazioni dell’artista francese, sabato 24 ottobre parte a SPAM! la MARATONA CAHEN. Alle 21.30 lo stesso Robert Cahen aprirà la maratona, introdotto dalla prof.ssa Sandra Lischi dell’Università di Pisa e da Giacomo Verde curatore dell’iniziativa per SPAM!.

I 24 video proiettati ininterrottamente nello Spazio per le arti performative di Lammari (Capannori – Lucca), percorrono la produzione artistica di Cahen da L’invitation au voyage del 1973 alle ultime opere del 2007, Sanaa, passages en noir e Blind song.

Anche questa iniziativa a SPAM! è realizzata in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Carrara, come la 48 ore di maratona dedicata a Bill Viola nel maggio scorso.

Questo "omaggio a Cahen a 360°", La MARATONA CAHEN, insieme alla mostra della Fondazione Ragghianti e i film al Lucca Film Festival, offre un’occasione unica per attraversare l’imponente corpus di opere del maestro, mai fino ad ora proposto in modo così completo al pubblico.

Una FESTA con Dj-set (Lo-Lo) il 25 ottobre alle ore 22.30 concluderà la MARATONA e il Lucca Film Festival, che per quest’anno prolunga la sua attività spostandosi a SPAM! per il weekend di videoproiezioni.

ROBERT CAHEN

 

Nato nel 1945 a Valence (Francia), Robert Cahen, da oltre un trentennio, crea film, video e installazioni ospitate in tutto il mondo, dal MOMA di New York a Documenta 8 al Festival di Locarno all'Accademia di Francia a Roma, e negli anni Ottanta è stato insignito, proprio a Locarno, del "Laser d'oro": riconoscimento AIVAC/UNESCO equivalente, per le arti elettroniche, al Leone d’oro della Mostra di Arte Cinematografica di Venezia

STANZE

> venerdì 9 e sabato 10 ottobre h21.30
nell'ambito di "BASTA!" - stagione 2009-2010
compagnia ALDES
---------------------------------------------------------

 

progetto di ROBERTO CASTELLO
coreografia COLLETTIVA
interpreti CATERINA BASSO, ROBERTO CASTELLO, ALESSANDRA MORETTI, STEFANO QUESTORIO, AMBRA SENATORE / BARBARA TOMA
musiche SINISTRI, TU M’, EARTH WIND & FIRE, PAN SONIC, AAVV
organizzazione VIVIANA MERCURIO, GILDA CIAO
produzione ALDES
con il sostegno di MIBAC - MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali / Dip. Spettacolo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

 

“Stanze” è una panoramica di piccole opere nate tra il 2003 e il 2005, lavori che partono da un’idea di coreografia come arte plastica, che quindi utilizzano i corpi per dare forma a idee senza mai costruire narrazioni. Sono sculture mobili, spesso divertenti e assurde, che strapazzano la percezione del tempo e si propongono come se ognuna di esse dovesse durare all’infinito.

 

posti limitati, consigliamo di prenotare via mail o telefono
entrata 5 euro

ALDES
 

ALDES produce opere di sperimentazione coreografica fra danza, arti visive e nuove tecnologie e realizza spettacoli, installazioni, performances, manifestazioni e video sul corpo, sul movimento e sulla loro rappresentazione. I nostri progetti sono caratterizzati da una particolare attenzione al rapporto fra azione coreografica e spettatori, quindi a tutte quelle forme di danza contemporanea che hanno connotati non convenzionali, non spettacolari e sperimentano nuove forme di rapporto spazio/temporale fra spettatori e opere.

Premio Ubu 2003 per il progetto “Il migliore dei mondi possibili”.

archivio